Diari di ViaggioDiari di Viaggio
 
 

______________________________

Alla scoperta dell'Albania Rurale...

 

Oggi la piccola strada che si inerpica sul fianco del monte, non senza qualche momento di ansia di noi viaggiatori, ci conduce veramente al cuore dell'Albania contadina. Incontriamo Samì, che è stato per anni il sindaco di un comprensiorio di villaggi, che oggi contano una cinquantina di famiglie e circa 400 abitanti. Ci accoglie con la moglie e il vecchio padre di 88 anni, un vecchietto magro, asciutto e ancora estremamente attivo, lucido e vivace, nonostante l'età.

 

Samì ci accompagna a vedere il suo orto e i suoi campicelli, da dove ricava con il suo costante e duro lavoro manuale tutto ciò che gli serve per la sussistenza della famiglia. Ci spiega che possiede una mucca per avere il latte con cui preparare yoghurt e formaggi e di aver barattato il cavallo con un asinello, in modo che anche il vecchio padre lo possa utilizzare, quando conduce la mucca al pascolo.

 

Aveva anche parecchie pecore e conigli, quando i figli erano piccoli, ma ora i figli, due ragazze e un ragazzo, sono cresciuti, tutti hanno studiato, si sono laureati, sposati e abitano ormai altrove. Solo Samì con la moglie e il padre sono rimasti ancorati alla loro terra, ai riti e alle gesta che risalgono alle tradizioni più antiche.


Ciò che ci hanno preparato per pranzo è al di sopra di ogni aspettativa per bontà e genuinità; al confronto di questi sapori, qualunque nostro prodotto 'biologico' scompare: pane preparato in casa, byrek con ripieno di formaggio e di diverse verdure (i più buoni fra tutti quelli mangiati durante il viaggio), formaggi, insalate di pomodori e cetrioli...il tutto inaffiato con una bevanda a base di yoghurt oppure con rakì, per chi lo desidera... .